Ti possiamo aiutare?

My AQUA Bottle celebra il SALONE NAUTICO VENEZIA 2021

Il 2021 inizia luminoso, con la speranza di rilanciare le nostre attività. Così come Venezia si risveglia, con la presenza delle barche e dei fantastici yacht. La vita marina di Venezia e la sua presenza sempre duratura sono una delle nostre identità. A Venezia, siamo abituati a vivere in simbiosi con il mare. Il suo suono, le sue sfumature di blu fanno parte del nostro DNA.

La nostra città è nata sull'acqua, quindi l'esperienza in barca a vela e in barca era una parte naturale quando si doveva arrivare ovunque dalla nostra città in laguna. Il famoso Arsenale - complesso di cantieri navali e armerie - era il centro della produzione di barche, operando sotto un regime molto segreto e severo. L'Arsenale di Venezia è stato fin dal medioevo la centrale della produzione navale. La tecnologia e i processi all'interno dell'Arsenale dovevano essere tenuti segreti e, in un certo senso, era una delle prime grandi imprese industriali del mondo.

Venezia era il luogo dell'eccellenza, della velocità nel progettare e produrre barche che erano in grado di navigare estremamente veloci e, grazie alla loro struttura, galleggiavano in sicurezza anche in acque basse, proprio come intorno a Venezia. L'acqua ha salvato la nostra città, la laguna ci ha protetto, ma ci ha anche mostrato la sua potenza e il suo dominio.

Forse verrebbe da chiedersi, come potrebbe Venezia costruire navi, se non ci sono foreste nella laguna veneziana? È una buona osservazione! Sebbene la Repubblica di Venezia abbia considerato ogni dettaglio della produzione navale. La Repubblica di Venezia-La Serenissima comprese la potenza di questa industria e la necessità di una produzione potente.

Il legno per le vele e le navi veniva fornito dai boschi piantati appositamente per questo scopo nella zona del Montello. A quel tempo, questa zona era anche il territorio di Venezia. È affascinante pensare che anche più di 500 anni fa Venezia fornisse una forma di meccanismo industriale sostenibile, avendo in mente le risorse rinnovabili e la sua pianificazione.

Leonardo da Vinci diceva che “l'acqua è il motore della natura”. Non è solo questo. L'acqua è il motore della nostra Venezia, ma anche il motore della nostra sana e prospera quotidianità.

La nostra epoca ci mostra che possiamo già fare passi efficaci verso la protezione dell'ambiente, fornire anche materiali e considerare l'uso degli oggetti. Non c'è da essere spaventati e stressati, al contrario! Ascolteremo la natura, verremo ai nostri bisogni primari. Vogliamo essere felici, sani, ispirati. Di cos'altro abbiamo bisogno?

Related Products

Post Correlati

Product added to wishlist
Product added to compare.

This website uses cookies to improve your experience.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza.